testata per la stampa della pagina

Elezioni Politiche e Regionali 2013

 
 

Risultati Finali

 
 

ElezioniBUS

Immagine di un pulmino giallo

In coincidenza con le elezioni il Comune garantisce un servizio gratuito di trasporto ai seggi a vantaggio degli elettori ultrasessantacinquenni e di quanti hanno difficoltà a deambulare.

Cosa offriamo:

- la domenica, un servizio di linea dalle frazioni e dai quartieri periferici, da e per le sedi dei seggi. Per informazioni su orari e fermate è possibile scaricare da questa pagina il volantino.

- Il lunedì un servizio a domicilio per i disabili. In questo caso è necessario prenotare compilando il modulo online

  

 
 
 

Tutte le informazioni sull'appuntamento elettorale del 24 e 25 febbraio 2013

 

Le elezioni per il rinnovo del Parlamento si svolgono domenica 24 febbraio e lunedì 25 febbraio 2013. Per gli stessi giorni, il prefetto di Milano e il prefetto di Campobasso hanno convocato i comizi elettorali per le elezioni degli organi delle regioni Lombardia e Molise. Il presidente della regione Lazio, infine, ha convocato i comizi in contemporaneità con lo svolgimento delle elezioni politiche.

Quando si vota

Le elezioni politiche avranno luogo nelle giornate di domenica 24 febbraio dalle ore 8.00 alle ore 22.00 e lunedì 25 febbraio dalle ore 07.00 alle ore 15.00.
Le operazioni di scrutinio avranno luogo dopo la chiusura della votazione, nella giornata di lunedì 25 febbraio.

Chi vota

Per le elezioni politiche votano:

All'elezione della Camera dei Deputati partecipano tutti i cittadini iscritti di diritto nelle liste elettorali che abbiano compiuto il 18° anno di età il primo giorno delle consultazioni elettorali.

Per l'elezione del Senato della Repubblica può votare solo chi abbia compiuto 25 anni il primo giorno delle consultazioni elettorali.

I cittadini italiani residenti all'estero, secondo le seguenti modalità:

all'estero, per corrispondenza, per i cittadini italiani residenti negli Stati con i quali il Governo italiano ha concluso apposite intese (vedi elenco in fondo alla pagina). Il Consolato di riferimento trasmetterà direttamente all'indirizzo estero dell'elettore il plico elettorale contenente le schede di voto, le istruzioni sulle modalità di voto ed i termini entro cui rispedire la busta, con le schede votate, al proprio Ufficio consolare. Se l'elettore non riceve il predetto plico elettorale entro il 10 febbraio 2013, potrà recarsi di persona all'Ufficio consolare di riferimento, per verificare la propria posizione elettorale;

è possibile l'esercizio di voto in Italia, presso il Comune italiano di iscrizione AIRE, se il cittadino AIRE abbia fatto esplicita richiesta di opzione di voto in Italia, presso il Consolato di riferimento, entro il 3 gennaio 2013, compilando l'apposito modulo messo a disposizione del Consolato di riferimento.

esclusivamente in Italia, recandosi presso il Comune italiano di iscrizione all'AIRE, per i cittadini residenti in quegli Stati esteri che non hanno stipulato intese di voto con il Governo italiano (vedi elenco in fondo alla pagina), e inoltre, per i cittadini residenti negli stati nei quali, nonostante il Governo italiano abbia concluso apposite intese, la situzione politica o sociale non consente il diritto al voto (vedi elenco in fondo alla pagina).
 
ATTENZIONE: i cittadini italiani temporaneamente all'estero ed appartenenti alle seguenti categorie:

Forze Armate e Forze di Polizia temporaneamente all'estero impegnate nello svolgimento di missioni internazionali. Dipendenti di Amministrazioni dello Stato, di Regioni o di province autonome temporaneamente all'estero per motivi di servizio. Professori universitari, ordinari ed associati, ricercatori e professori aggregati in servizio presso istituti universitari e di ricerca all'estero.nonché i loro familiari conviventi, possono esercitare il diritto di voto all'estero, per corrispondenza se, entro il 20 gennaio 2013, abbiano fatto apposita domanda al Comando o alle Amministrazioni di appartenenza, ovvero all'Ufficio Consolare (Ministero dell'Interno - Voto all'estero).

I connazionali temporaneamente all'estero non appartenenti alle sopra citate categorie, esercitano il diritto di voto esclusivamente in Italia, presso il proprio Comune di residenza.

Come chiedere il voto a domicilio e quello assistito

Entro il 4 febbraio gli elettori in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, o affetti da gravissime infermità tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione, hanno la possibilità di votare a domicilio.
Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono chiedere al comune di iscrizione elettorale l'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.
I detenuti aventi diritto al voto sono ammessi ad esercitare tale diritto nel luogo di reclusione o custodia preventiva. Il voto è raccolto da un seggio speciale che si costituisce il giorno precedente le consultazioni, contemporaneamente all'insediamento dell'ufficio elettorale di sezione nella cui circoscrizione è ricompreso l'istituto di detenzione o custodia preventiva.

Contrassegni ammessi per le elezioni politiche e scadenze per le liste relative alle regionali

Sono 184 i contrassegni elettorali ammessi definitivamente per le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio, sui 219 presentati in totale. Di questi, 16 sono stati dichiarati senza effetto.

 
 
Ultima Modifica: 21 Dicembre 2016
Valuta questo sito: Rispondi al questionario