testata per la stampa della pagina

Gestione emergenza coronavirus COVID-19

 

Dati andamento epidemiologico in Lombardia con dettaglio per province e comuni:

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/servizi-e-informazioni/cittadini/salute...

Per approfondimenti sui provvedimenti del Governo si rimanda alle pagine dedicate:

http://www.governo.it/it/coronavirus-normativa
http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus



 

12/04/2021 - aggiornamento ore 8:00

 

In base all'Ordinanza del Ministro della Salute del 9 aprile 2021, a partire da lunedì 12 aprile la Lombardia è collocata in "zona arancione".

Rimangono in vigore le limitazioni previste per specifici territori

 
 
 

 

24/03/2021 - aggiornamento ore 20.00

 

*** DECRETO SOSTEGNI ***
Decreto Legge 22 marzo 2021, n. 41 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 22 marzo 2021

Contributo a fondo perduto: informazioni e modulistica sul sito dell'Agenzia delle Entrate.
Online il modello e le istruzioni per richiedere il nuovo contributo a fondo perduto previsto dal Dl Sostegni. Con un provvedimento sono state definite le regole per richiedere e ottenere il nuovo contributo a fondo perduto a favore delle imprese e delle partite Iva colpite dalle conseguenze economiche dell'emergenza epidemiologica "Covid-19".

 
 

 

18/03/2021 - avviso ore 9.00

 

18 MARZO GIORNATA NAZIONALE IN MEMORIA DELLE VITTIME DELL'EPIDEMIA DI COVID-19
Istituita ieri la "Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'epidemia di COVID-19" da celebrarsi ogni anno, al fine di conservare e di rinnovare la memoria di tutte le persone che sono decedute a causa della pandemia.

La ricorrenza è stata fissata a livello nazionale il 18 marzo.
Oggi alle ore 11.00 il Sindaco insieme al Parroco osserveranno un minuto di silenzio davanti al Municipio e invitano tutti i cittadini a fare altrettanto nelle proprie case o sui posti di lavoro

L'Amministrazione comunale

 

 

16/03/2021 - avviso ore 12.00

 

L'Azienda Sanitaria cerca medici e infermieri (anche in pensione) per la campagna vaccinale contro il covid19

Se desideri collaborare e dare la tua disponibilità nel nostro territorio puoi inviare una mail a:

volontari.vaccini@asst-lodi.it

Grazie!

 

 

14/03/2021 - aggiornamento ore 18:00

 

In base all'Ordinanza del Ministro della Salute del 12 marzo 2021, da lunedì 15 marzo la Lombardia è collocata in "zona rossa" per un periodo di 15 giorni.
Il Decreto Legge n. 30 del 13 marzo 2021 individua ulteriori misure in considerazione della maggiore diffusività del virus e delle sue varianti.

 

Altri aggiornamenti e dettagli riferiti alla Regione Lombardia

Testi ordinanze, decreti misure di contenimento valide in Lombardia e risposte alle domande più frequenti

 
 

 

04/03/2021 - aggiornamento ore 15:00

 

Lombardia in arancione rafforzato da venerdì 5 a domenica 14 marzo con Ordinanza del Presidente della Regione n. 714 del 4 marzo 2021

Chiudono tutte le scuole, proseguono i servizi per la prima infanzia

 
 

Altri aggiornamenti e dettagli riferiti alla Regione Lombardia

 
 

 

01/03/2021 - aggiornamento ore 8:00

 

In base all'Ordinanza del Ministro della Salute del 27 febbraio 2021, a partire da lunedì 1° marzo la Lombardia è collocata in "zona arancione".

Rimangono in vigore le limitazioni previste per specifici territori

 

Altri aggiornamenti e dettagli riferiti alla Regione Lombardia

 
 

 
 

16/02/2021 - aggiornamento ore 10:00

 

Dal 15 febbraio 2021 per i cittadini lombardi che hanno più di 80 anni (comprese le persone nate nel 1941) è possibile manifestare la propria adesione alla vaccinazione anti covid-19

Le somministrazioni del vaccino per gli over 80 cominceranno a partire dal 18 febbraio 2021 (luogo e modalità per Codogno saranno comunicati appena disponibili)

Tutte le informazioni e le modalità di adesione sono disponibili sul sito della Regione Lombardia

 
 

 

31/01/2021 - aggiornamento ore 12:00

 

A seguito dell'Ordinanza del Ministro della Salute del 29 gennaio 2021, a partire da lunedì 1° febbraio la Lombardia è collocata in "zona gialla"

 
 

Altri aggiornamenti e dettagli riferiti alla Regione Lombardia

 
 

 

15/01/2021 - aggiornamento ore 19:00

 

Approvati in data 14 gennaio 2021 il nuovo Dpcm e il Decreto Legge che stabiliscono regole e divieti fino al 5 marzo 2021: gli impianti da sci rimangono chiusi fino al 15 febbraio, palestre, piscine e cinema fino al 5 marzo, i musei potranno aprire dal lunedì al venerdì ma solo in fascia gialla, cibo e bevande potranno essere acquistati nei bar soltanto fino alle 18.00.

 
 

Altri aggiornamenti e dettagli riferiti alla Regione Lombardia

 
 
 

 

09/01/2021 - aggiornamento ore 18:00

 

In base all'Ordinanza del Ministro della Salute dell' 8 gennaio 2021, a partire dal 10 gennaio e fino al 15 gennaio la Lombardia è in 'zona arancione'.

Il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana ha firmato l'8 gennaio 2021 l'Ordinanza regionale n. 676  che prevede dall'11 al 24 gennaio 2021 il ricorso alla didattica a distanza al 100% per le scuole secondarie di secondo grado e le istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado (IeFP).

 

Altri aggiornamenti e dettagli riferiti alla Regione Lombardia

 
 

 

06/01/2021 - aggiornamento ore 17:00

 

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 5 gennaio 2021 un Decreto-Legge (n. 1) che introduce ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Per il periodo compreso tra il 7 e il 15 gennaio 2021, sono vietati, su tutto il territorio nazionale, gli spostamenti tra regioni o province autonome diverse, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma

Inoltre, il testo rivede i criteri per l'individuazione degli scenari di rischio sulla base dei quali saranno applicate le misure previste per le zone "arancioni" e "rosse".

Dall'11 gennaio sarà applicata la suddivisione in fasce sulla base di quanto stabilito dal Ministero della Salute sulla base dei monitoraggi settimanali.

Fino al 15 gennaio, nei territori che saranno inseriti in "zona rossa" è confermata la possibilità (decreto legge 18 dicembre 2020 n. 172) di spostarsi, una volta al giorno, in un massimo di 2 persone oltre ai minori di 14 anni sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti), verso una sola abitazione privata della propria regione.

Resta ferma, per tutto il periodo compreso tra il 7 e il 15 gennaio 2021, l'applicazione delle altre misure previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2020 e dalle successive ordinanze.

 
 

Altri aggiornamenti e dettagli riferiti alla Regione Lombardia

 
 

 

22/12/2020 - aggiornamento ore 16:30

 

Auguri di Buone Feste dell'Amministrazione Comunale di Codogno - Dicembre 2020

 

 

21/12/2020 - aggiornamento ore 10:30

Il Governo ha emanato un decreto-legge che introduce ulteriori disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19 durante il periodo delle feste, dal 24 dicembre al 6 gennaio.

CONSULTA I DETTAGLI 

http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

 
 

 

12/12/2020 - aggiornamento ore 11:00

In base alla nuova Ordinanza del Ministro della Salute dell'11 dicembre, la Lombardia viene collocata fra le regioni in "zona gialla" a partire dal 13 dicembre.

CONSULTA I DETTAGLI RIFERITI ALLA REGIONE LOMBARDIA

Visita il sito per consultare dettagli e allegati  relativi alle ordinanze e decreti emanati:

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/coronavirus/misure

 

 
 

04/12/2020 - aggiornamento ore 18:00

Il Decreto del Presidente del Consiglio del 3 dicembre conferma l'individuazione di tre differenti "zone", corrispondenti ad altrettanti scenari di rischio, per le quali sono previste specifiche misure restrittive per prevenire la diffusione del virus Covid-19.

Le disposizioni del DPCM del 3 dicembre prevedono, in attuazione del Decreto Legge n. 158 del 2 dicembre 2020, ulteriori limitazioni agli spostamenti durante il periodo delle festività compreso tra il 21 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021.

CONSULTA I DETTAGLI RIFERITI ALLA REGIONE LOMBARDIA

Visita il sito per consultare dettagli e allegati:

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/coronavirus/misure

 

 

28/11/2020 - aggiornamento ore 16:00

 

Il ministro della Salute ha firmato una nuova ordinanza che dispone il passaggio nell'area arancione per le Regioni Calabria, Lombardia e Piemonte e nell'area gialla per le Regioni Liguria e Sicilia.

Il provvedimento entrerà in vigore il 29 novembre.


COSA CAMBIA PER LA REGIONE LOMBARDIA?

Vedi tutti i dettagli sul sito:

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/coronavirus/misure

 

 

23/11/2020 - aggiornamento ore 14:20

 

Precisazioni dalla Protezione Civile per attività di profilassi antinfluenzale

Tutti i dettagli alla pagina: https://www.comune.codogno.lo.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/5235

 

 

19/11/2020 - aggiornamento ore 15:20

 

Progetto ASSISTENZA SANITARIA

Gli assistiti che non riescono a contattare immediatamente il proprio Medico di Medicina Generale possono avvalersi di una risposta competente, chiamando il numero di emergenza:

116117 (attivo nei giorni feriali dalle ore 8,00 alle ore 20,00)

Risponderà un operatore che cercherà di inquadrare il problema, per poi mettere in contatto il paziente con il soggetto più idoneo:

- la Centrale di sorveglianza dell'ASST di Lodi - se la persona risulta già positiva al Covid - che informa poi il Medico di Medicina Generale.
- la nuova Consolle medica della Prefettura dove  personale medico volontario sarà a disposizione per ascoltare i bisogni sanitari e offrire assistenza e consigli utili, rassicurando i pazienti, per poi avvertire la Centrale (in caso di sintomi riconducibili al Covid) o il MMG (in caso di sintomi non riconducibili al Covid). 

Un'iniziativa unica nel suo genere, nata dalla collaborazione tra Prefettura, ATS, ASST, Regione Lombardia e Medici di Medicina Generale per garantire la migliore cura dei pazienti e supportare i Medici che in questo periodo critico devono far fronte a un numero crescente di richieste.

 

05/11/2020 - aggiornamento ore 16:15

 

 

05/11/2020 - aggiornamento ore 8.30

 

Il Presidente del Consiglio ha firmato il DPCM che entra in vigore il 6 novembre.
La Regione Lombardia è stata dichiarata "zona rossa" a seguito dell'ordinanza del Ministro della Salute

Allegati

 

 

25/10/2020 - aggiornamento ore 11.30

 

Il presidente del Consiglio ha firmato il Dpcm che entra in vigore lunedì 26 ottobre, fino al 24 novembre.

Fissata alle 18.00 la chiusura dei locali pubblici.
La domenica e i giorni festivi bar e ristoranti potranno rimanere aperti (sempre fino alle 18.00).

La scuola: «L'attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l'infanzia continua a svolgersi in presenza (...), le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica (...) incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari almeno al 75 per cento delle attività»

Le piscine e le palestre vengono chiuse

Gli spostamenti tra Regioni restano liberi

I trasporti pubblici: «È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute»

Sospese le attività anche di cinema e teatri

 

Allegati

 
 

 

23/10/2020 - aggiornamento ore 19.00

 

Consulta le ultime disposizioni e l'ordinanza n. 623 della Regione Lombardia.

Su tutto il territorio di Regione Lombardia, dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo, sono consentiti soltanto gli spostamenti motivati da esigenze lavorative, situazioni di necessità, situazioni di urgenza o motivi di salute. Per giustificare gli spostamenti sarà necessario esibire una autodichiarazione che abbiamo reso disponibile anche sul nostro sito.

È consentito in ogni caso fare rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.


 
 
 

 

17/10/2020 - aggiornamento ore 09.00

 

Il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana ha firmato il 16 ottobre una nuova Ordinanza n. 620 in materia di contrasto dell'epidemia da Covid-19. Le disposizioni hanno validità dal 17 ottobre fino al 6 novembre 2020.

L'Ordinanza prevede in particolare:

Misure anti-movida

Le attività di somministrazione di alimenti e bevande, sia su area pubblica che privata (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, rosticcerie, pizzerie, chioschi) sono consentite fino alle 24.00. Dopo le ore 18.00 il consumo è consentito esclusivamente ai tavoli;
è vietata la vendita da asporto di qualsiasi bevanda alcolica dopo le ore 18.00. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio;
chiusi i distributori h24 di alimenti confezionati e bevande dalle 18.00 alle 6.00 (solo se con accesso dalla strada);
è vietata dalle 18.00 alle 6.00 la consumazione di alimenti e bevande su aree pubbliche;
è sempre vietato il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico.
Ulteriori misure restrittive possono essere adottate dai sindaci.

SPORT DI CONTATTO DILETTANTISTICI

Sono sospese tutte le gare, le competizioni e le altre attività, anche di allenamento, degli sport di contatto, svolti a livello regionale o locale ‒ sia agonistico che di base ‒ dalle associazioni e società dilettantistiche.


SALE GIOCHI, SALE SCOMMESSE E SALE BINGO

Sono sospese le attività delle sale giochi, sale scommesse e sale bingo. È inoltre vietato l'uso delle "slot machine" negli esercizi pubblici, commerciali e di rivendita di monopoli.


DIDATTICA A DISTANZA

Le scuole secondarie di secondo grado e le istituzioni formative professionali di secondo grado devono organizzare le attività in modalità alternata tra distanza e presenza, sono escluse le attività di laboratorio.
Alle Università è raccomandata la promozione della didattica quanto più possibile in tale modalità.


Accesso alle RSA

L'accesso alle strutture delle unità di offerta residenziali della Rete territoriale da parte di familiari/caregiver e conoscenti è vietata, salvo autorizzazione del responsabile medico ovvero del Referente COVID-19 della struttura stessa (esempio: situazioni di fine vita) e, comunque sempre dopo rilevazione della temperatura corporea all'entrata e l'adozione di tutte le misure necessarie ad impedire il contagio.


ATTIVITÀ ECONOMICHE

Le attività economiche elencate al punto 1.4 dell'Ordinanza n. 620 del 16 ottobre devono essere svolte nel rispetto delle misure contenute nelle corrispondenti schede dell'allegato 1.
Tutti i lavoratori di tali attività sono obbligati all'utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, a prescindere dal luogo di svolgimento dell'attività.

 
 

 

13/10/2020 - aggiornamento ore 14.00

Pubblicato il testo del nuovo DPCM del 13 ottobre 2020 sulle restrizioni dovute al Covid19.

Feste vietate nei locali e per i banchetti dopo le cerimonie si potranno avere massimo 30 invitati, le persone non potranno stare ferme di fronte a bar e ristoranti, ma nemmeno in gruppo nei parchi o nelle strade. Per quanto riguarda le feste in casa non è più un divieto, ma una "forte raccomandazione".

Vige l'obbligo di avere sempre con se'  dispositivi di protezione delle vie respiratorie, è inoltre previsto l'obbligo dell'utilizzo della mascherina nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all'aperto ad eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in  modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida  anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande. 

Sono esclusi da detti obblighi: 

1) i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva; 
2) i bambini di età inferiore ai sei anni; 
3) i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina, nonché coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità.

Il mancato rispetto delle disposizioni sopra richiamate è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 1.000 (art. 4 comma 1 del D.L. 19/2020)

 
 

 

Archivio completo dei precedenti avvisi

 
 
Ultima Modifica: 12 Aprile 2021
Valuta questo sito: Rispondi al questionario