Comune di Codogno

  1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Contenuto della pagina

Reticolo Idrico Minore (R.I.M.)

 
 

STUDIO PER L'INDIVIDUAZIONE DEL RETICOLO IDRICO MINORE E REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA' DI GESTIONE E TRASFORMAZIONE DEL DEMANIO IDRICO E DEL SUOLO IN FREGIO AI CORPI IDRICI

Per effetto dell'art. 1 della L. 36/94 e del regolamento di applicazione (DPR 238/99), il concetto di acqua pubblica è stato innovato rispetto al vecchio T.U. n. 1775/1933, introducendo nell'ordinamento il principio di pubblicità di tutte le acque superficiali e sotterranee.
La L.R. 1/2000, in attuazione del D.Lgs. n. 112/98, ha previsto l'obbligo di individuare il reticolo principale sul quale la Regione stessa continua a svolgere le funzioni di polizia idraulica (ex R.D. n. 523/1904), trasferendo ai comuni e ai consorzi le competenze sul reticolo idrico minore e su quello di bonifica.
Considerati i riflessi di natura urbanistica derivanti dall'applicazione delle norme suddette, in fase di stesura del Piano di Governo del Territorio, sono stati predisposti gli elaborati tecnici e cartografici richiesti dalla specifica disciplina della Regione Lombardia relativa al reticolo idrico minore.
 
Gli elaborati costituenti il Reticolo Idrico Minore sono:

 
 
 

Il Piano di Governo del Territorio (P.G.T.)

 

IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO (P.G.T.) è stato approvato con delibera di Consiglio n. 36 del 29 maggio 2012 (accedi all'archivio delibere)

 

 
 
Ultima Modifica: 01 Febbraio 2017
Valuta questo sito: Rispondi al questionario