testata per la stampa della pagina

Tariffa Rifiuti - TA.RI.

 

La TARI, Tassa sui rifiuti deve essere pagata da chiunque nel territorio comunale possegga o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani, con vincolo di solidarietà nel caso di pluralità di possessori o di detentori dei locali o delle aree stesse

TARIFFE
Ai sensi dell'art. 107, comma 5, del D.L.18/2020, entro il 31.07.2020, il Comune può approvare le tariffe della TARI già adottate nel 2019, anche per il 2020. Entro la stessa data saranno approvate le modifiche al vigente regolamento TARI. Il Piano Economico Finanziario della Tassa rifiuti 2020, ai sensi dell'art. 107, comma 5, del D.L.18/2020, sarà approvato entro il 31 dicembre 2020.
 
Le tariffe si compongono di una quota fissa determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio di gestione dei rifiuti, (spazzamento e lavaggio strade, costo del personale e altri costi amministrativi, investimenti per le opere e relativi ammortamenti) e da una quota variabile rapportata
alla quantità di rifiuti conferiti (raccolta e trasporto dei rifiuti), alla qualità del servizio effettuato (es. raccolta differenziata porta a porta, piazzola ecologica) ed all'entità dei costi di trattamento e smaltimento dei rifiuti.

MODALITÀ DI CALCOLO
Le tariffe sono differenziate per utenze domestiche e non domestiche

Utenze domestiche 
La quota fissa è determinata moltiplicando la tariffa fissa per la superficie dell'abitazione e delle pertinenze.
La quota variabile è determinata dalla tariffa variabile già parametrata al numero dei componenti del nucleo familiare ovvero degli occupanti.


Utenze non domestiche
La quota fissa è determinata applicando alla superficie soggetta al tributo le tariffe fisse riferite al tipo di attività svolta, calcolate sulla base dei coefficienti di potenziale produzione Kc di cui al D.P.R. 27/04/1999, n. 158.
La quota variabile è determinata applicando alla superficie soggetta al tributo le tariffe variabili riferite al tipo di attività svolta, calcolate sulla base dei coefficienti di potenziale produzione Kd di cui al D.P.R. 27/04/1999, n. 158.

La deliberazione di Consiglio comunale, con la quale vengono approvate, annualmente, le tariffe della tassa rifiuti, individua anche i coefficienti Kc e Kd utilizzati.

Il Comune, sulla base delle dichiarazioni presentate, provvede ai inviare ai contribuenti gli avvisi di pagamento.

L'avviso di pagamento contiene le indicazioni relative agli elementi utilizzati per il calcolo del tributo: 
- per le utenze domestiche la superficie dell'abitazione (superficie calpestabile comprensiva di cantina e box) e il numero dei componenti il nucleo familiare.
- per le utenze non domestiche la superficie di locali ed aree utilizzate per lo svolgimento dell'attività indicata dalla categoria merceologica di appartenenza.
Si consiglia di controllare i dati inseriti per il calcolo del tributo e in particolare le superfici assoggettate al tributo e, per le sole utenze domestiche, la correttezza del numero dei componenti il nucleo familiare.
Eventuali errori o incongruenze possono essere segnalati all'ufficio tributi del comune di Codogno utilizzando i recapiti sotto riportati.

Al tributo comunale va aggiunto il tributo provinciale per l'igiene ambientale (TEFA) confermato nella misura del 5% del tributo comunale.

SCADENZE - MODALITÀ DI PAGAMENTO - VERSAMENTI TARDIVI - SOLLECITI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI

È emesso avviso bonario per intera annualità 2020.

Il versamento potrà essere effettuato in unica soluzione, oppure in 3 rate (scadenze 2020 ancora da definire) utilizzando i modelli F24 allegati all'avviso. Il modello di pagamento F24 non richiede commissioni è può essere versato presso banche, uffici postali, agenti della riscossione. È possibile pagare l'F24 online sul sito dell'Agenzia delle Entrate, su quello di Poste Italiane o tramite i servizi di home banking predisposti dai vari istituti di credito.
Fino alla notifica del sollecito di pagamento i contribuenti possono provvedere al versamento delle rate TARI già ricevute senza aggravi, utilizzando i modelli F24 già in loro possesso. In caso di smarrimento dei modelli di pagamento è possibile recarsi presso l'Ufficio Tributi per farseli ristampare.
L'anno successivo si procederà con l'emissione dei solleciti di pagamento debitamente notificati ai contribuenti e in caso di omesso/parziale versamento, si procederà con gli atti consequenziali per il recupero dell'importo non versato con le modalità previste dagli articoli 25 e 26 del vigente regolamento comunale TARI e dal nuovo regolamento per la riscossione coattiva delle entrate comunali, mediante i cosiddetti accertamenti esecutivi.
L'accertamento esecutivo assolve la funzione non solo di atto impositivo ma in caso di omesso pagamento, entro i termini per ricorrere in Commissione tributaria, acquista efficacia di titolo esecutivo ed è quindi titolo idoneo ad attivare le procedure esecutive e cautelari senza la preventiva notifica di cartella di pagamento o ingiunzione fiscale di cui al R.D. 14/04/1910, n. 639.
E' possibile richiedere rateazione del pagamento degli atti di sollecito e degli avvisi di accertamento esecutivi per coloro che si trovino in particolari condizioni di disagio economico ai sensi dell'art. 14 del regolamento generale delle entrate comunali. 

DICHIARAZIONE TARI
I soggetti passivi del tributo devono dichiarare ogni circostanza rilevante per l'applicazione del tributo e in particolare l'inizio, la variazione e la cessazione dell'utenza.
La dichiarazione, redatta sui moduli appositamente predisposti, deve essere presentata al Comune di Codogno al massimo entro il 30 giugno dell'anno successivo alla data di inizio del possesso o della detenzione dei locali o delle aree assoggettabili al tributo.

Prima di compilare la dichiarazione si invita a consultare il Regolamento Comunale TARI per individuare correttamente le superfici da assoggettare al Tributo e le eventuali riduzioni spettanti.

Per informazioni e comunicazioni di carattere amministrativo e contabile rivolgersi all'Ufficio Tributi del Comune di Codogno - via Vittorio Emanuele II, 4.

Apertura da lunedì a venerdì (9:15 - 12:15) e giovedì pomeriggio (14:00 - 16:00)
Telefono 0377 314250/314249 
E-mail:  ufficio.tributi@comune.codogno.lo.it 

Per informazioni relative allo svolgimento del servizio (calendari raccolta differenziata, ingombranti, piazzola ecologica etc) consultare il sito www.asmcodogno.it oppure rivolgersi allo sportello di ASM SRL CODOGNO - viale Trieste 66.Apertura: martedì mattina (8.30 - 12.30) - giovedì pomeriggio (14.00-17.00)
  
Telefono 0377 33157/33158 
Numero verde 800821184 
Fax 0377 430477 
E-mail info@asmcodogno.it - pec:asmcodogno2@legalmail.it 
 



 
 

Tariffe

 
 
 

Comunicazioni Arera

 
 
 
Ultima Modifica: 30 Giugno 2020
Valuta questo sito: Rispondi al questionario