testata per la stampa della pagina

Premio nella Fatturazione Elettronica nella PA

 
Clicca per ingrandire

Premiati al Politecnico di Milano i progetti di Pubblica Amministrazione Locale che hanno interpretato la Fatturazione Elettronica come un'opportunità di innovazione e miglioramento.

Hanno ritirato il riconoscimento l'AO "Istituti Ospitalieri" di Cremona, l'AOU di Bologna - Policlinico S.Orsola-Malpighi, l'AUSL di Reggio Emilia, l'AULSS 9 di Treviso, i Comuni di Anzola dell'Emilia, Codogno, Bari, Prato e Gela, le Regioni Lombardia, Piemonte, Lazio, Marche e Basilicata, l'AIPo, la Camera di Commercio di Milano, l'ANAS, Intercent-ER - Regione Emilia Romagna.

Milano, 19 giugno 2015 - Tra gli enti della Sanità, l'Azienda Ospedaliera "Istituti Ospitalieri" di Cremona, l'Azienda Ospedaliera Universitaria di Bologna - Policlinico S.Orsola-Malpighi, l'Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia e l'Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 di Treviso. Tra i Comuni, le amministrazioni di Anzola dell'Emilia, di Codogno, di Bari e di Prato. Tra gli enti regionali, Regione Lombardia - Direzione Generale Salute, Regione Piemonte, Regione Lazio, Regione Marche e Regione Basilicata. E poi l'AIPo (Agenzia Interregionale per il fiume Po), la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Milano, l'ANAS e i premi speciali a Intercent-ER Regione Emilia Romagna e al Comune di Gela. Sono questi i vincitori del primo Premio Fatturazione Elettronica nella PA Locale, il riconoscimento dell'Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano con il patrocinio di Agenzia per l'Italia Digitale che è stato assegnato questa mattina al convegno "Dopo la PA, il Digitale (ri)entra nel Business" presso il Campus Bovisa dell'ateneo milanese. Il Premio Fatturazione Elettronica nella PA è finalizzato a identificare le "good practice" e a sensibilizzare le Pubbliche Amministrazioni sulle tematiche legate alla Digitalizzazione dei processi e sulle opportunità che da essa derivano. "L'obiettivo dell'iniziativa - spiega Alessandro Perego, Responsabile scientifico dell'Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione - è quello di identificare e premiare le PA che hanno attivato, o stanno attivando, progetti di Digitalizzazione con un approccio che non si limita al mero recepimento dell'obbligo normativo di "Fare" Fatturazione Elettronica, bensì ne coglie lo spunto per farne innesco di innovazione e miglioramento. Si tratta di un attestato simbolico, che vuole però mettere in risalto e dare evidenza alle esperienze tra le PA che si sono concretamente 'sporcate le mani' con la Digitalizzazione e hanno interpretato la Fatturazione Elettronica come un'opportunità di miglioramento, piuttosto che come un nuovo adempimento". Dopo aver premiato, in occasione di Forum PA, gli enti che si sono distinti nella PA Centrale, questa mattina sono stati svelati i vincitori del Premio nella PA Locale, suddivisi nelle seguenti categorie: Enti della Sanità, Comuni, Regioni, altre Pubbliche Amministrazioni Locali, altri Enti.


Comuni

Vincitori (ex-aequo) tra i piccoli Comuni: Comune di Anzola dell'Emilia e Comune di Codogno.
Vincitori (ex-aequo) tra i Comuni medio-grandi: Comune di Bari e Comune di Prato.

Sono stati selezionati progetti di valore sviluppati sia all'interno di realtà più grandi e strutturate, sia in realtà più piccole. Elemento comune è l'approccio orientato alla gestione delle Fatture Elettroniche come flussi di informazioni, esclusivamente in formato digitale lungo tutto l'iter di gestione interna. Questo approccio "virtuoso" alla Fatturazione Elettronica ha permesso di conseguire significativi benefici, sia immediati (come la maggior tracciabilità del processo, il ridotto consumo di materiali e una diminuzione nell'impiego di risorse in attività a scarso valore) che prospettici (la riduzione dei tempi di pagamento ai fornitori). - 

 
 
Ultima Modifica: 21 Dicembre 2016
Valuta questo sito: Rispondi al questionario